Brindare a Capodanno 2013, i consigli per scegliere le bollicine giuste

Brindare a Capodanno 2013, i consigli per scegliere le bollicine giuste

Pronti per il Capodanno? Scegliere il vino giusto da stappare per l’ultimo brindisi del 2012 e il primo del 2013 non è affatto semplice, lo sappiamo, ma per evitare di perdersi nel (meraviglioso) mare delle bollicine bisogna per prima cosa individuare un criterio di selezione.

Per molti il rapporto qualità-prezzo è uno dei fattori più importanti per decidere quali bottiglie portare in tavola. Specialmente se si è in tanti, può essere utile cercate di ottimizzare al massimo la spesa. Per questo abbiamo selezionato per voi alcune tra le migliori bollicine italiane in commercio suddividendole per fascia di prezzo, per bere bene con meno di 10, 20 o 30 euro.

Per chi cerca invece un vino speciale, una bottiglia che faccia davvero la differenza tra un brindisi si fine anno e un brindisi da ricordare, potete scegliere tra alcune delle migliori bollicine italiane o, per chi vuole dare un tocco un po’ più glamour all’occasione, una bottiglia di champagne.

In Italia, durante le feste, si preparano tantissimi piatti diversi, ognuno caratteristico di una particolare regione. Perché allora non dare risalto alla territorialità? Potrebbe essere una buona occasione per riscoprire cantine e diversità che, una volta di più, rendono unico il nostro paese. Oltre al Prosecco di Conegliano Valdobbiadene a al Franciacorta, eccellenze del nord Italia, anche il centro,  il sud e le isole producono spumanti degni di un assaggio e del brindisi più atteso dell’anno.


ASPETTA, POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

  1. Brindare a Capodanno, bollicine del Centro Italia
  2. Capodanno 2013, le migliori bollicine per brindare al nuovo anno
  3. Brindare a Natale, Capodanno o alla fine del Mondo, ecco le bollicine per tutte le tasche