Brindare a Capodanno, bollicine del Nord Italia

Brindare a Capodanno, bollicine del Nord Italia

Che sia stato un 2012 ricco di soddisfazioni, o che sia stato un anno da cancellare, il 31 dicembre un sonoro brindisi non ce lo leva nessuno. Fosse almeno come auspicio per un miglior avvenire, un buon bicchiere di bollicine in tavola non deve assolutamente mancare. iProsecco, oggi, vuole consigliarvi cosa stappare allo scoccare della mezzanotte, proponendovi una selezione di bottiglie originarie del Nord Italia.

Tra queste, abbiamo scelto, per il Veneto, il Valdobbiadene Cartizze Superiore di Carpenè Malvolti, un Prosecco dry ottimo per accompagnare piatti di pesce o piccola pasticceria. Un vino morbido, fresco e rotondo, con aromi fruttati e un retrogusto continuo. D’obbligo per sorprendere gli invitati, ideale per brindare ad un 2013 ricco di buoni auspici.

Rimanendo nel nord-est, meritevole è anche il Valdobbiadene Prosecco Superiore Dei Casel extra dry dell’Azienda Adami: perlage sottile e sentori agrumati rendono questo vino un toccasana per chi in menù ha un piatto di pesce. Stessa zona per il Valdobbiadene Prosecco Superiore Prestige extra dry di Mionetto, prodotto con uve glera e caratterizzato da un inconfondibile sapore di mela acerba. Provatelo con i crostacei o con un paté di fegatini: ci ringrazierete! E ancora, degno di nota è il Maso di Ronche Conegliano Valdobbiadene brut dell’Azienda Agricola Cenetae. Raffinato e dal perlage persistente, è fantastico non solo con il pesce, ma anche con zucca e asparagi.

Un po’ più su, nella zona del bolzanese, nasce l’Alto Adige Riserva Hausmannhof brut di Haderburg, un perfetto bilanciamento tra un 85% di uve Chardonnay e un 15% di Pinot nero. Fine ed elegante, lascia al palato una grande fusione di aromi, dai frutti alle spezie, senza dimenticare il cioccolato.

Spostandoci in Lombardia, le bollicine del Franciacorta brut di Ricci Curbastro sono perfette per chi ama avere in bocca un sentore di pane appena sfornato. Accattivante e facile da bere, è realizzato con un 60% di Chardonnay, un 30% di Pinot Bianco e un 10% di Pinot Nero, e ben si abbina con formaggi morbidi, pesce e… spaghetti alla carbonara!

E’ giusto qualche idea a nostro gusto, ma ognuna di queste bottiglie vi permetterà di fare una gran figura con i vostri ospiti. Preparatevi al conto alla rovescia e… buon anno a tutti!

 


ASPETTA, POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

  1. Capodanno 2013, le migliori bollicine per brindare al nuovo anno
  2. Brindare a Natale, Capodanno o alla fine del Mondo, ecco le bollicine per tutte le tasche
  3. Come brindare prima della fine del mondo? Con il Prosecco “Mistero”