Cosa significa “spumante millesimato”?

Cosa significa “spumante millesimato”?

Cosa vuol dire la parola “millesimato” che possiamo trovare sulla etichetta di uno spumante? Il termine indica che il prodotto è stato ottenuto attraverso la lavorazione di uve di una sola annata. Di solito, il “millesimato” è uno spumante di qualità maggiore rispetto alla norma, quindi anche meno economico.

In realtà, le norme per l’etichettatura stabiliscono che “nella designazione del vino spumante è consentito riportare il termine millesimato, purché il prodotto sia ottenuto con almeno l’85% del vino dell’annata di riferimento, che va indicata in etichetta.” Quindi la spumantizzazione di un millesimato può essere fatta con vini di annate differenti, purché uno di questi costituisca almeno l’85% del prodotto utilizzato.

Il prezzo di uno spumante millesimato è in generale più alto di uno spumante “normale”  perché solitamente i produttori riservano per la sua realizzazione le uve migliori. La produzione di un millesimato, inoltre, richiede maggiore lavoro, sia in vigna che in cantina.


ASPETTA, POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

  1. Come si fa la spumantizzazione?
  2. Cosa vorresti leggere su iProsecco? Rispondi al sondaggio