Cosa sono gli spumanti “Talento”?

Cosa sono gli spumanti “Talento”?

Continuando il viaggio nelle nostre Parole in bottiglia, un termine che non può mancare in un rigoroso dizionario del vino è la voce “Talento”.

Si tratta di un tipo di menzione riservata agli spumanti italiani ottenuti con uve Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco, che facciano parte di vigneti iscritti ad una DOC in Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Piemonte. Questi vini, in particolare, devono aver effettuato la seconda fermentazione  in bottiglia (Metodo Classico), con un affinamento sui lieviti di almeno 24 mesi per gli spumanti millesimati, oppure di 15 mesi per quelli senza annata.

Al termine di questa fase di maturazione, le bottiglie vengono collocate su supporti inclinati (detti ”pupitre”) e ruotate progressivamente di 1/8 di giro fino ad ottenere una posizione verticale rovesciata. Così i lieviti scivolano pian piano verso il collo della bottiglia, facilitandone l’eliminazione. Il tenore zuccherino di un Talento deve essere inferiore a 12g/litro, e ciò colloca questa tipologia di vino all’interno della denominazione Brut.

La tutela del marchio è garantita dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, che ne ha regolamentato l’uso con un decreto del 13 maggio 2010.


ASPETTA, POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

  1. Parole del Prosecco: cosa sono le “Rive”?
  2. Cosa significa “uvaggio”?
  3. Arunda Vivaldi – Extra Brut Millesimato 2007 Talento